Caricamento...
Le regole del BOX
  • Home
  • Le regole del BOX

LE REGOLE DEL BOX

  • REGOLA 1: RIORDINA L’ATTREZZATURA

  • REGOLA 2: NON SBATTERE IL BILANCIERE QUANDO SFILI LE PIZZE

  • REGOLA 3: SE HAI SUDATO, TI SEI DISSANGUATO O HAI PIANTO SUL BILANCIERE… PULISCILO!!!!

  • REGOLA 4: NON RUBARE LA POSTAZIONE DI LAVORO DEI TUOI COMPAGNI

  • REGOLA 5: NON ARRIVARE IN RITARDO.

    Può capitare a tutti di arrivare con un paio di minuti di ritardo a volte, in molti box spesso il coach fa fare dei burpees per punizione a chi arriva tardi, in altri box potrebbe capitare che il coach non ti faccia proprio allenare. Ma una cosa è arrivare tardi ogni tanto, un’altra farlo sistematicamente..

  • REGOLA 6: PRENOTA E DISDICI LE CLASSI.

    Disdici nel in anticipo nel caso tu non possa partecipare, in modo che possa allenarsi un tuo compagno al tuo posto.

  • REGOLA 7: PRESTA ATTENZIONE QUANDO IL COACH SPIEGA

  • REGOLA 8: NON FERMARTI A PARLARE NEL BEL MEZZO DI UN WORKOUT

  • REGOLA 9: SE TI FAI PRESTARE QUALCOSA, RESTITUISCILA AL PROPRIETARIO

  • REGOLA 10: NON SPOSTARE IL CONTENITORE DELLA MAGNESITE DURANTE IL WOD

  • REGOLA 11: RISPETTA LO SPAZIO DEGLI ALTRI

    Questo è fondamentale primo per la sicurezza, secondo per la concentrazione dei CrossFitter. Se qualcuno si sta preparando per un Lift pesante, non camminare dietro di lui e non stargli troppo vicino. Se qualcosa va storto, l’ultima cosa che vuole vedere il Coach è il bilanciere che colpisce qualcuno che stava troppo vicino.

  • REGOLA 12: EVITA DI DROPPARE

    Rispetta l’attrezzatura! Droppa solo se è repentaglio la tua sicurezza o quella di un altro. Droppa solo da sotto il parallelo. Droppare i pesi dovrebbe essere una necessità non un’abitudine. Non droppare MAI un bilanciere scarico. Non droppare mai un kettlebell o un manubrio.

  • REGOLA 13: PRESENTATI AI NUOVI ARRIVATI

  • REGOLA 14: FAI CHE QUESTA SIA L’ORA CHE ASPETTI PIU’ DI OGNI ALTRA NELLA TUA GIORNATA

  • REGOLA 15: NON INIZIARE A RIPORRE IL MATERIALE FINCHÉ TUTTI NON HANNO FINITO IL WOD. INCORAGIALI E SPRONALI A CONTINUARE